{

t

Essere Donna è così affascinante. E' un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida, che non finisce mai.

(Oriana Fallaci)

 

 

 

 

 

 

Qualunque informazione contenuta in questo sito è presentata al solo scopo informativo e pertanto non sostituisce in alcun modo un consulto medico.​

 News 

Ultime News

03/01/2019, 13:01

mela, mela rossa, igp, polifenoli, frutta,



La-Mela-Annurca:-la-regina-delle-mele-e--fantastico-elisir-di-salute


 La Mela Annurca, negli ultimi anni ha ottenuto la sua rivincita conquistando le tavole dei più esigenti.La piccola e saporita mela campana, rivendica da sempre virtù salutari e vanta un eccellente valore nutritivo.



STORIA ED ORIGINI DELLA MELA ANNURCA


L’Annurca è l’unica mela che ha le sue origine nel meridione d’Italia

La Mela Annurca, la regina delle mele, negli ultimi anni ha ottenuto la sua rivincita conquistando le tavole dei più esigenti. Si tratta di una varietà molto antica e pregiata tipica della Campania e probabilmente originaria del territorio di Pozzuoli. Presente in Campania da almeno due millenni, oggi è coltivata nell’area vesuviana, flegrea, nel casertano, nel beneventano, nelle aree aversana e maddalonese.
Dal 2006 la Mela Annurca si fregia del marchio IGP per le sue peculiari caratteristiche estetiche e organolettiche. Il marchio IGP  offre garanzie su diversi livelli del processo produttivo: localizzazione e tradizionalità del processo produttivo.


CARATTERISTICHE DELLA MELA ANNURCA


La "Mala Orcula", così come la chiamava Plinio il Vecchio, è un frutto rotondeggiante, leggermente asimmetrico, di piccole dimensioni e con un peso medio di 100 g. La buccia è di medio spessore e la polpa è bianca, croccante, compatta, soda, succosa, gradevolmente acidula, aromatica e dal profumo fine. 
L’epidermide ha una caratteristica colorazione rosso brillante uniforme, ottenuta dalla combinazione dei raggi solari e dell’azione delle abili mani degli agricoltori.
Il tipico colore rosso intenso viene ottenuto dopo un periodo di arrossamento a terra nei cosiddetti "melai"luogo in cui avviene anche la maturazione. La maturazione non avviene sulla pianta. Le mele, infatti, vengono raccolte nei primi giorni del mese di ottobre a mano e ancora acerbe. Tutte le operazioni di raccolta e maturazione sono completate a Dicembre.

I melai sono fatti di rialzi di terreno su cui viene poggiata della paglia e poi le mele che rimangono esposte al sole per 15 giorni circa.

MELA ANNURCA: UN CONCENTRATO DI BENESSERE


...Una mela al giorno toglie il medico di torno...


La piccola e saporita mela campana, rivendica da sempre virtù salutari e vanta un eccellente valore nutritivo
La Mela Annurca possiede un elevato contenuto di vitamine A, B1, B2, PP e vitamina C. E’ ricca acqua e di minerali come potassio, calcio, ferro, fosforo e manganese. Ha un basso contenuto di grassi ed è ricca di fibre che regolano le funzioni intestinali e conferiscono senso di sazietà. Grazie al buon contenuto di fitosteroli e pectine che ostacolano l’assorbimento del colesterolo alimentare, è utile nel combattere l’ipercolesterolemia.
Ha un’azione diuretica e dissetante oltre che gastroprotettiva e antimicrobica intestinale per la ricchezza di composti fenolici ad azione antiossidante.
La mela annurca ha anche un eccezionale rapporto acidi/zuccheri che la rendono particolarmente adatta ai diabetici. 
Studi condotti dall’Università Federico II di Napoli hanno dimostrato che la Mela Annurca contiene sostanze in grado di rafforzare i capelli e contrastarne la caduta sia negli uomini che nelle donne. Le sostanze responsabili di questi effetti sono le procianidine, polifenoli contenuti nella Mela Annurca campana IGP in quantità nettamente superiori rispetto ad altre mele. 




1
Create a website