{

t

Essere Donna è così affascinante. E' un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida, che non finisce mai.

(Oriana Fallaci)

 

 

 

 

 

 


facebook
gplus

Qualunque informazione contenuta in questo sito è presentata al solo scopo informativo e pertanto non sostituisce in alcun modo un consulto medico.​

 News 

Ultime News

16/08/2018, 11:11

zenzero, spezia, ginger, oriente, medicina orientale,



Zenzero:-una-spezia-dalle-tante-virtù


 Lo zenzero, chiamato anche Ginger, è una pianta da cui si ottiene una spezia molto diffusa ed utilizzata nei Paesi orientali da tempi antichi. Lo zenzero, è una spezia versatile, che si adatta a diverse preparazione.



ORIGINE, CENNI STORICI E USI IN CUCINA

Lo zenzero, detto anche Ginger, è una pianta originaria delle regioni tropicali dell’Asia. Così come per la curcuma, la parte della pianta impiegata per ricavare la spezia è un rizoma carnoso e nodoso. La spezia che si ottiene, è utilizzata da millenni nella medicina orientale, specie q
 uella cinese e giunge in Occidente, nel II secolo a.C., grazie ai reduci delle campagne militari di Alessandro Magno. 
Oggi, trovare questa spezia è molto semplice.
La radice può essere consumata cruda a fettine, cotta, fresca, essiccata, candita, polverizzata su diverse pietanze, a cui conferisce un sapore accattivante e ne esalta il gusto.


Questa spezia, gradevolmente fresca e piccante, dall’aroma pungente, è un condimento molto versatile, che si adatta a diverse preparazioni sia dolci che salate (salse, liquori, macedonie, zuppe, pietanze a base di carne e pesce, insalate, pane, biscotti, verdure, tisane). Inoltre, entra nella composizione del sashimi giapponese e nella composizione del curry indiano così come la curcuma

PROPRIETA’ BENEFICHE DELLO ZENZERO

Le proprietà di questa preziosa spezia, sono tante e davvero eccezionali. 
Lo zenzero contiene almeno 400 sostanze tra cui acqua, proteine, amminoacidi (alanina, arginina, cistina, tirosina), amido, zuccheri, resine pectine, mucillagini, fenoli, oli essenziali, vitame del gruppo B, vitamina C, vitamina E, minerali (calcio, fosforo, potassio, sodio, zinco, rame, magnesio) e principi attivi (gingeroli, zingiberene, zingerone, shogaoli; B-bisabolene) responsabili della gran parte degli effetti benefici.
Allo zenzero sono riconosciute diverse proprietàdigestive, anticancro, antiossidanti, antinfiammatorie,  anticoagulanti, antipiretiche, antivirali, antibatteriche, antiacido, anticolvulsionanti, antinausea e antivomito (in passato la radice veniva masticata dai marinai cinesi per prevenire il mal di mare). 

È utile in caso di difficoltà digestive, meteorismo, gonfiore addominale, reflussi gastrici e gastriti, emicrania, diarrea, mal di gola, raffreddori.
Inoltre, lo zenzero, riduce il colesterolo cattivo (LDL), favorisce la diuresi, agisce come disintossicante, rafforza il sistema immunitario.

DOSI ED EFFETTI COLLATERALI

Come tutte le piante officinali, lo zenzero deve essere usato con cautela, senza esagerare nelle dosi. Le dosi consigliate sono da 10 a 30 g al giorno.
Anche se è un prodotto naturale, ci potrebbero essere degli effetti collaterali in caso di assunzioni di farmaci antinfiammatori, anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici, di cui potrebbe potenziare gli effetti.
Si sconsiglia in caso d’ipertensione, calcoli biliari. Infine, in alcuni soggetti, potrebbe provocare manifestazioni allergiche (arrossamenti della pelle, eruzioni cutanee, prurito).


1
Create a website